Giovedi, Giugno 29, 2017 /
ItalianoEnglish
Notizie Liste antisemite, nel mirino dei neonazisti anche il professor Calimani di Ca' Foscari
22Mar2012

Liste antisemite, nel mirino dei neonazisti anche il professor Calimani di Ca' Foscari

(Il Gazzettino) VENEZIA - Accusati di essere complici di Israele, di collaborare con i servizi segreti israeliani, considerate "molto pericolose". Sono i 163 professori, storici, economisti, e letterati inseriti nella lista nera pubblicata sul sito neonazista “Holywar”. Tra loro c'è anche il professor Dario Calimani, cattedra di letteratura inglese all'Università di Ca' Foscari di Venezia.

«Le conseguenze di questi mostri del pensiero si vedono a Tolosa». È il commento del professore. «So di essere nella lista - prosegue - è quella che gira da tempo e che si rimpallano: ci sono dentro ebrei e non ebrei, è una lista presa da un appello firmato da anni fa contro il boicottaggio delle università israeliane da parte di alcuni istituti accademici inglesi».

«Era un appello nel quale si protestava perché il boicottaggio culturale non aveva alcun senso, non era certo una questione di lobby: c'erano firme di accademici ebrei e non ebrei, c'è perfino un famoso pianista russo - aggiunge Calimani -, dichiararli tutti ebrei è anche un bel segno di ignoranza, oltre che di antisemitismo e razzismo».

Il sito, rileva, «riprende in primis questa lista vecchia, sotto hanno aggiunto una lista di "complici volenterosi" e sotto ce n'è una terza in cui mi hanno riaggiunto: è una vecchia composizione di cinque o sei anni fa del Consiglio nazionale dell'Unione delle Comunità ebraiche italiane più alcuni consulenti, uditori e quant'altro, hanno messo insieme liste trovate in rete e le spacciano con grande banalità».

«È un falso ad esempio che l'Unione delle Comunità sia una delle "organizzazioni sioniste più estremiste fra quelle che intruppano gli ebrei italiani": l'Unione è la federazione delle comunità ebraiche italiane, non intruppa niente, non è statutariamente sionista. Ma questa confusione - conclude - fa parte del loro lavoro razzista di deformare la realtà e farci tornare al luogo comune nefasto degli ebrei detentori delle finanze, e che ha portato la nostra storia nel baratro che conosciamo».

Fonte: Il Gazzettino

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Questo sito utilizza cookie in linea con le tue preferenze. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsentirai all'uso dei cookies. Per avere maggiori informazioni sui Cookies e su come eventualmente cancellarli visitare la nostra privacy policy.

Accetto i Cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information