Giovedi, Giugno 29, 2017 /
ItalianoEnglish
Notizie Qui Venezia – Sesto lume di Hanukkah, un’occasione per stare insieme
17Dic2009

Qui Venezia – Sesto lume di Hanukkah, un’occasione per stare insieme

Una serata per stare insieme, per condividere un momento d’incontro conviviale con i dolci e le specialità della festa preparati con fantasia dai volontari della comunità. Quella di ieri sera non è che l’ultima di una serie di cene a tema organizzate dall’ufficio rabbinico di Venezia e svoltesi in occasione delle Mesibboth Rosh Chodesh (feste per il capomese ebraico). I precedenti appuntamenti, sulla cucina tradizionale orientale e sulla cucina giudaico-veneziana, hanno riscosso un enorme successo riuscendo a portare nei locali della comunità un numero considerevole di iscritti.

Una serata per stare insieme, per condividere un momento d’incontro conviviale con i dolci e le specialità della festa preparati con fantasia dai volontari della comunità. Quella di ieri sera non è che l’ultima di una serie di cene a tema organizzate dall’ufficio rabbinico di Venezia e svoltesi in occasione delle Mesibboth Rosh Chodesh (feste per il capomese ebraico). I precedenti appuntamenti, sulla cucina tradizionale orientale e sulla cucina giudaico-veneziana, hanno riscosso un enorme successo riuscendo a portare nei locali della comunità un numero considerevole di iscritti.
Questo mese, la cena ha avuto il duplice intento di celebrare il capomese di Tevet ormai prossimo e l’accensione delle luci di Hanukkah. Un’occasione di festa , ma anche di studio e approfondimento con le due lezioni pomeridiane tenute da Rav Yair Didi, Rabbino Capo di Livorno, e da Rav Avraham Dayan, Vice Rabbino capo di Venezia.
Nel tardo pomeriggio alla presenza del Rabbino capo di Venezia, Rav Elia Richetti, del Presidente della comunità ebraica di Venezia, Vittorio Levis, e di gran parte del consiglio, si è svolta l’accensione pubblica del sesto lume della Chanukkià e dopo il tradizionale canto del Maotzur, si è dato finalmente il via ai festeggiamenti in sala Montefiore, con le tipiche frittelle di mele, i canti e un simpatico contest di Chazanut tra gli uomini della comunità. Un esperimento riuscito che di sicuro allieterà la comunità anche nei mesi a venire, con nuove attività e innovative sperimentazioni culinarie.

Michael Calimani

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Questo sito utilizza cookie in linea con le tue preferenze. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsentirai all'uso dei cookies. Per avere maggiori informazioni sui Cookies e su come eventualmente cancellarli visitare la nostra privacy policy.

Accetto i Cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information