Giovedi, Aprile 27, 2017 /
ItalianoEnglish
Notizie Storia ed esperienza personale
12Set2014

Storia ed esperienza personale

La parashà di Ki tavò inizia con la mizvà della presentazione delle primizie al Tempio di Gerusalemme. Ora tutti sappiamo che la festa delle primizie è Shavuoth e quindi stupiscono due fatti: Il primo: la dichiarazione della persona all’atto in cui consegna il cesto con la frutta che, anziché fare riferimento al Dono della Torà, parla della schiavitù egiziana e dell’uscita dall’Egitto; Il secondo: il testo della dichiarazione è stato utilizzato dai Maestri per mettere in pratica la mizvà della Agadà, per raccontare la storia della schiavitù e dell’uscita dall’Egitto In effetti, ciò che caratterizza questo testo è il fatto che l’ebreo dichiara in prima persona (Higgàdti) che è arrivato alla terra che il Signore ha promesso ai padri, e quindi racconta la storia della schiavitù e della liberazione come qualcosa che riguarda non il passato, ma il suo presente. Tra il raccontare la storia utilizzando il libro dell’Esodo e questa breve dichiarazione - si tratta di soli quattro versi! - i Maestri hanno preferito una testo in cui l’ebreo potesse ricondurre tutto alla sua esperienza. Quando scende nel suo campo per raccogliere le primizie, l’uomo corre il pericolo di pensare che i prodotti della terra siano dovuti solo al suo lavoro e non alla costante cura da parte dell’Alto. Anche la storia dell’uscita dall’Egitto potrebbe essere intesa come prodotta da opera esclusivamente umana. Ebbene, la liberazione dall’Egitto, è dovuta alla Presenza e alla proprietà nella natura: portando le primizie, si riconosce che tutti i prodotti della terra appartengono al Signore e che ci sono stati dati solo in concessione. In sintesi: solo una percezione personale e attualizzata dell’uscita dall’Egitto, accompagnata dalla consapevolezza che siamo usciti anche con l’aiuto del Signore, può fare da base alla creazione di un testo così importante e fondante come quello della Agadà e di Pèsach.

Rav Scialom Bahbout

 

 

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Questo sito utilizza cookie in linea con le tue preferenze. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsentirai all'uso dei cookies. Per avere maggiori informazioni sui Cookies e su come eventualmente cancellarli visitare la nostra privacy policy.

Accetto i Cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information