Venerdi, Giugno 23, 2017 /
ItalianoEnglish

Accoglienza Kosher

Kosher House Giardino dei Melograni

Museo Ebraico

Museo Ebraico

Info Point

Info Point
Tag: Giornata della cultura ebraica
28Ott2016

8XMille all'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane

L’Otto per Mille è il meccanismo con cui lo Stato italiano, attraverso la scelta dei contribuenti, devolve l’Otto per mille dell’intero gettito fiscale IRPEF allo Stato Italiano o ad associazioni religiose riconosciute e firmatarie di intese.

Ogni cittadino che presenta la dichiarazione dei redditi può scegliere la destinazione dell’Otto per Mille del gettito IRPEF tra sette opzioni: Stato, Chiesa cattolica, Avventisti, Assemblee di D.o, Valdesi, Luterani, Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. La scelta si compie mettendo la propria firma sul modello in corrispondenza dell’istituzione prescelta e non comporta alcun onere per il contribuente.

Si noti che la scelta espressa con la propria firma non determina direttamente la destinazione della propria quota di gettito fiscale, ma quella di una quota media uguale per tutti i cittadini. Lo Stato calcola l’importo totale delle entrate dovute all’IRPEF e da questo importo totale scorpora l’otto per mille; poi calcola il numero totale di firme e le percentuali di queste firme attribuite ai vari enti; infine ripartisce l’otto per mille tra gli enti in base alle percentuali delle firme espresse. In questo modo le firme di tutti i contribuenti hanno lo stesso peso, indipendentemente dal loro reddito.

Ulteriori informazioni sul sito del Governo Italiano.

 

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Comunità Ebraica Ghetto di Venezia Giornata della cultura ebraica Jewish Community Venezia Venice

15Set2016

Giornata Europea della Cultura Ebraica 2016: Lingue e Dialetti Ebraici

DOMENICA 18 SETTEMBRE 2016


Ore 9.30 – Visita guidata all’antico cimitero ebraico a cura di Aldo Izzo Lido riviera S. Nicolò

10.00 e 15.00 – Visita guidata alla Mostra Venezia, gli Ebrei e l’Europa San Marco Palazzo Ducale. La visita guidata è gratuita, il biglietto d’ingresso alla mostra è di 10 euro (ridotto per gruppi). Max 25 persone

10.00-19.00 – Apertura sinagoghe Campo di Ghetto Nuovo e Vecchio

10.00-19.00 – Apertura Museo e Mostra fotografica di Graziano Arici: Passato prossimo. Il ghetto di Venezia 1986-2016. All’interno del museo angolo #oggiscrivoinebraico; Museo Ebraico Venezia Cannaregio 2902/b

10.00–13.00 – Saluti | L’ebraico e le 70 lingue dei popoli introduzione alla giornata del rabbino capo di Venezia Scialom Bahbout

Lectio magistralis del linguista francese Claude Hagége

La parlata giudeo veneziana: introduzione e letture di scena di vita del ghetto, regia: Stefano Pagin, letture a cura di Alessandro Bressanello, Giorgio Bertan, Giovanni Tomassetti, Daniela Foa’ – Sala conferenze palazzo regione Grandi Stazioni, Cannaregio 23

11.00 – “Una casa per lettera” Laboratorio per famiglie – Aula didattica MEV, Cannaregio 1107

12.00 e 16.00 – Breve introduzione alla lingua ebraica (15/20 minuti) a seguire breve laboratorio grafico creativo per libera utenza di tutte le età; Museo Ebraico Venezia, Cannaregio 2902/b

16.30 – Introduzione alla Mostra fotografica alla presenza dell’artista e della curatrice Museo ebraico Venezia, Cannaregio 2902/b

18.00 – Agata Brusegan, conservatrice IRE: Conversazione “I catecumeni nei documenti degli archivi veneziani” – Museo Ebraico Venezia.

21.00 – Spettacolo teatrale “Bacioni dal Ghetto” con Eugenio de’ Giorgi, Campo di ghetto Novo. Tutti gli spettacoli e le iniziative sono gratuiti previa prenotazione (per la Mostra a Palazzo Ducale pagamento del biglietto d’ingresso). I posti sono limitati.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Comunità Ebraica Ghetto di Venezia Giornata della cultura ebraica Jewish Community Venezia Venice

11Set2014

Giornata Europea della Cultura Ebraica 2014: Donna Sapiens

COMUNICATO STAMPA

Giornata Europea della Cultura Ebraica 2014: Donna Sapiens

Domenica 14 settembre l'Europa è pronta per il consueto appuntamento con la Giornata Europea della Cultura Ebraica quest'anno dedicata alla figura femminile nell'ebraismo. Per il quindicesimo anno consecutivo si offre, a quanti lo desiderino, un diverso spunto per accostarsi al mondo ebraico, quest'anno sarà la Donna e come l'ebraismo con essa si rapporta, il filo conduttore che unirà oltre 69 paesi europei.

Tra gli eventi in programma a Venezia, in mattinata, alle 11,00 sala Montefiore, l’apertura della giornata con i saluti del presidente della Comunità Ebraica, Paolo Gnignati, e della vicepresidente CoopCulture, Cristiana Del Monaco e una prolusione del rabbino capo di Venezia, Scialom Bahbout.

A seguire tavola rotonda dal titolo Donne Ebree/Ebree donne. Un intrecciarsi di voci femminili nel raccontare che cosa voglia essere donna ed ebrea secondo diversi punti di vista, voci assolutamente laiche e voci profondamente religiose, voci di giovani e di persone più mature, veneziane stanziali o in moto e non veneziane. A raccontarsi al pubblico saranno Lia Tagliacozzo, Susanna Calimani, Manuela Fano, Bessie Garelik, Grazia Gualano, a moderare il confronto, Dora Sullam.

Come ogni anno Comunità e CoopCulture offrono al pubblico diverse opportunità di visita aprendo le sinagoghe Levantina, Tedesca e Canton, il Museo ebraico con la sua Sukkà ottocentesca e la mostra Donne ebree dell'Italia unita a cura del CDEC con allestimento di Francesco Trevisan Gheller dalle 10,00 alle 21,00. Mentre i cimiteri antico e moderno del Lido saranno visitabili alle 9,30 grazie ad una straordinaria visita a cura di Aldo Izzo.

Per approfondire il tema dell'ebraismo al femminile alle ore 11.30 visita guidata Dalla parte delle donne (visita ai matronei delle sinagoghe); alle 12,00 visita guidata al miqwè (bagno rituale) e alle 12,30 itinerario monografico all'interno del museo; gli stessi itinerari saranno ripetuti nel pomeriggio rispettivamente alle 16,30, 17,00 e 17,30.

Non mancheranno le attività per i bambini e per le famiglie. La mattina presso l'aula didattica alle ore 11,00 La bella storia della regina Ester, laboratorio dedicato ai bambini dai 3 agli 8 anni che permetterà di conoscere la storia della regina e di come salvò il popolo ebraico e di produrre un oggetto a tema; mentre nel pomeriggio alle 17,00 sempre in aula didattica Lo Shabbat al femminile, laboratorio dedicato alle famiglie, farà lavorare insieme grandi e piccini scoprendo la festività dello Shabbat da uno speciale punto di vista . Alle 18, inaugurazione mostra Donne Ebree dell'Italia unita, curata dal CDEC, con l’intervento di Enrico Levis, consigliere della Comunità Ebraica di Venezia con delega alla cultura.

In serata si terrà come di consueto lo spettacolo conclusivo, alle 21.00 in campo di Ghetto Novo ....E Miriam prese in mano il tamburello, spettacolo con Miriam Camerini, Valeria Perdonò, musiche di Delilah Guntman. Poco prima dello spettacolo alle 19.30 Miriam Camerini converserà con il pubblico. La caffetteria kasher del museo resterà straordinariamente aperta al pubblico fino alle 21,00 per permettere a chi vorrà di cenare.

La grande novità di quest'edizione veneziana sta però nell'ampliamento del programma che oltre a domenica prevederà sabato 13 in campo di Ghetto Novo una lectio del rabbino capo Scialom Bahbout, I dieci comandamenti nella società odierna e lunedì 11 dalle 9.30 alle 17.30 presso l'aula didattica in Cannaregio 1107, Le radici delle mie radici, a cura di Hora Aboaf corso di ebraico attraverso le radici delle parole con lettura di testi sacri. Una lezione introduttiva al corso sarà tenuta da Hora Aboaf in sala Montefiore domenica 14 alle ore 17.30 Per gli itinerari tematici e il corso i posti sono limitati a trenta persone.

Tutte le iniziative sono gratuite, per gli itinerari tematici e lo spettacolo è richiesta la prenotazione scrivendo una mail a: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Per l’appuntamento, come ogni anno non sono mancati il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Venezia e del Comune di Venezia.

Per il programma completo della manifestazione: www.museoebraico.it , www.jvenice.org


Venezia, 11 settembre 2014 / mz-mc

 

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Comunità Ebraica Ghetto di Venezia Giornata della cultura ebraica Jewish Community Venezia Venice

02Set2014

Giornata Europea della Cultura Ebraica 2014: il programma di Venezia

13 SETTEMBRE

12.00 Lectio di rav Scialom Bahbout: I dieci Comandamenti nella società odierna; campo di Ghetto Nuovo

14 SETTEMBRE

9.30 - Visita guidata gratuita all’antico cimitero ebraico del Lido a cura di Aldo Izzo

10.00 - 19.00   Museo e sinagoghe aperti; Campo di Ghetto novo e campo di Ghetto vecchio

11.00 -  Saluto autorità e prolusione giornata; sala Montefiore

11.00 - Laboratorio per bambini dai 3 agli 8 anni La bella storia della regina Ester; cannaregio 1107

11.30 - Tavola rotonda Donne ebree / Ebree donne; sala Montefiore

11.30 - Dalla parte delle donne, partenza itinerario dal museo ebraico

12.00 - Visita al miqwè, partenza dal museo ebraico

12.30 - Itinerario museale al femminile, museo ebraico

16.30 - Dalla parte delle donne; partenza itinerario dal museo ebraico

17.00 - Lo Shabbat al femminile laboratorio didattico per famiglie, cannaregio 1107

17.00 - Visita al miqwè, partenza dal museo ebraico

17.30 - Itinerario monografico museale, museo ebraico

17.30 - Lezione introduttiva al seminario del 15 settembre: "Introduzione alla lettura dei testi sacri attraverso le radici delle parole ebraiche" con Hora Aboaf

18.00 - Inaugurazione Mostra: Donne ebree dell’Italia Unita a cura di CDEC, Museo ebraico

19.30 - Conversazione con Miriam Camerini; Campo di Ghetto Novo

19.00-21.00 apertura caffetteria kasher per aperitivi e piatti tipici

21.00 ...e Miriam prese in mano il tamburello spettacolo con Miriam Camerini, Valeria Perdonò, Musica: Delilah Guntman; Campo di Ghetto Novo

 

15 SETTEMBRE

9.30-17.30    Seminario: "Introduzione ai testi sacri attraverso le radici delle parole ebraiche" con la Dott.ssa Hora Aboaf per 30 persone previa prenotazione all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Comunità Ebraica Ghetto di Venezia Giornata della cultura ebraica Jewish Community Venezia Venice

30Set2013

Gece 2013: Ebraismo e Natura

Cielo coperto a Venezia per l’inaugurazione della Giornata Europea della Cultura Ebraica, alla presenza delle autorità tra cui Isa Benassi, responsabile della Comunità religiosa islamica italiana. Un’iniziativa giunta alla quattordicesima edizione, che quest’anno affronta il tema del rapporto tra ebraismo e natura, un connubio che proprio nella città lagunare, eternamente in sfida con madre natura, acquisisce un significato particolare. “Il rapporto uomo-natura nell’ebraismo – ha spiegato Corrado Calimani, presidente della Comunità ebraica di Venezia alla presentazione della giornata – è molto complesso e diviene ancor più complesso oggi di fronte alle proposte e ai problemi al centro dalle teorie ambientalistiche: da un lato l’impegno a salvare la natura in pericolo, privilegiandola spesso all’uomo, dall’altro l’obbligo dell’uomo di rispettare la natura stessa. La soluzione maggiormente condivisa che propone l’ebraismo è che ci debba essere un’assoluta parità di diritti tra l’uomo e la natura”.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: 2013 Adriano Rizzi Amos Luzzatto Beppe Caccia Comunità Ebraica Corrado Calimani Ghetto di Venezia Giornata della cultura ebraica Isa Benassi Jewish Community Museo Ebraico Paolo Navarro Dina Venezia

18Set2013

Giornata Europea della Cultura Ebraica 2013: Il 29 settembre a Venezia

Che rapporto c’è tra ebraismo e natura? Quali sono le indicazioni e i suggerimenti della tradizione ebraica per instaurare un rapporto sano con il mondo circostante? La Giornata Europea della Cultura Ebraica, giunta alla quattordicesima edizione, pone quest’anno l’attenzione su una tematica di grande attualità.Quest’anno le iniziative prendono il simbolico “via” da Napoli, città capofila, dove vive una Comunità ebraica che festeggia i centocinquant’anni dalla sua fondazione. Ma sono centinaia le iniziative che animano la penisola, da nord a sud, da est a ovest.

Venezia, città capofila della precedente edizione,  si presenta all’appuntamento con un programma ricco di appuntamenti  e approfondimenti sul tema della  giornata: visite guidate, mostre, conferenze, concerti, itinerari monografici, senza dimenticare  i laboratori didattici per i più piccoli. Un giorno di festa da  che nasce per parlare di una tradizione tanto antica quanto immersa nella modernità, di un ebraismo vivo e della sua apertura verso il mondo.

PROGRAMMA

Fuori dal ghetto:

9,30 - Antico Cimitero Ebraico del Lido. Visita guidata a cura del Comandante Aldo Izzo.

In ghetto:

10.00/19.00 - Museo ebraico, Cannaregio 2902/b. Apertura gratuita delle sinagoghe Tedesca, Canton e Levantina, della mostra Vite spinato di Debra Werblud e all'installazione di Francesco Trevisan Gheller

10.00 - Aula didattica, Cannaregio 1107. Inaugurazione mostra lavori bambini. Museo Ebraico.

Alle ore 11.00 /14.00 /16.00 in partenza dal museo tre itinerari tematici guidati (richiesta la prenotazione):

1. La sukka e la festa delle capanne;

2. L'acqua e la purificazione: il miqwè

3. Gli elementi naturali nei pannelli lignei della scola Canton

10.30 - Mostra lavori bambini della scuola Comparetti. Aula didattica, Cannaregio 1107. Laboratorio per bambini "La creazione del mondo": realizzazioni di costumi e maschere di animali e vegetali. 10,30 Sala Montefiore, Cannaregio 1189. Inaugurazione giornata, saluto delle Autorità, Ebraismo e Natura conversazione di Amos Luzzatto e Beppe Caccia, introduce Polo Navarro Dina; a seguire presentazione della mostra Vite spinato di Debra Werblud e dell'installazione Sukkà di Francesco Trevisan Gheller.

12.30 - Museo Ebraico. Visita guidata alla mostra Vite spinato di Debra Werblud e dell'installazione Sukkà di Francesco Trevisan Gheller.

15.30/18.30 - campo di Ghetto Nuovo

1. "Il mondo creato" Pomeriggio di animazione per bambini e adulti.

2. Il racconto della festa di Tu bi shvat: letture animate e messa a dimora di piantine, attività per famiglie

21.00 - Sala Montefiore. Alef Band + Davide Casali Concerto Viaggio attraverso la Musica Klezmer.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: 2013 Comunità Ebraica Ghetto di Venezia Giornata della cultura ebraica Jewish Community Museo Ebraico Riccardo Calimani Venezia

03Set2012

Inaugurata a Venezia la XIII Giornata Europea della Cultura Ebraica, presenti i ministri Cancellieri e Profumo

“L’umorismo è servito per smascherare le falsità e le ipocrisie dei dittatori e dei tiranni, quando attraverso discorsi retorici, enfatici e ridicoli hanno tentato di diffondere mendaci ideologie e paure finalizzate solo a dominare, sottomettere e sfruttare i loro stessi popoli.”

Lo ha detto ieri mattina a Venezia Renzo Gattegna, Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, all’inaugurazione della tredicesima Giornata Europea della Cultura Ebraica, il cui tema che unisce gli eventi dei ventotto Paesi europei e delle oltre sessanta località italiane che aderiscono alla manifestazione è “L’umorismo ebraico”.

In una sala gremita di pubblico e autorità civili, militari e religiose, alla presenza dei Ministri Anna Maria Cancellieri e Francesco Profumo, che hanno anche potuto visitare le sinagoghe e il museo ebraico, ha preso poi la parola Amos Luzzatto, Presidente della Comunità Ebraica di Venezia, che ha voluto dedicare un ricordo al Cardinale Carlo Maria Martini:

“Era un uomo del dialogo, curioso di ascoltare chiunque avesse delle idee da comunicare. Martini non aveva preclusioni, né barriere o paura, quando si trattava di dialogare con il suo prossimo.”

“Le culture veneziana ed ebraica sono fittamente intrecciate”, ha detto il Sindaco di Venezia Orsoni. “E forse, la tendenza dei veneziani all’autoironia è un ‘debito’ contratto proprio con la cultura ebraica, maestra del saper ridere anche di se stessi.”

“Fare cultura significa innovare, generando nuova vita”, ha detto il Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Profumo. “E in questa occasione voglio ricordare che l'italia è uno dei Paesi che maggiormente collabora con il mondo ebraico, non solo per le iniziative sulla Memoria, ma nelle iniziative culturali ebraiche in generale. E innovazione significa anche riuscire finalmente a diffondere il senso di una cittadinanza finalmente responsabile e consapevole dei propri diritti e doveri, nel destino comune di tutti noi italiani. E sarà ancora meglio se riusciremo a farlo con un sorriso.”

A concludere il ciclo di interventi, poco prima della prolusione sull’umorismo ebraico del Prof. Dario Calimani, Docente all’Università Ca’ Foscari di Venezia – che ha interessato e divertito il numeroso pubblico - il Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri.

“E’ fondamentale che la cultura ebraica sia conosciuta e che ci sia un dialogo costante”, ha detto la Cancellieri. “Ci sono in Europa dei rigurgiti antisemiti, che compaiono anche sul web, solo la cultura riuscirà a illuminare il mondo, per far sparire questi vergognosi episodi.”

Info e contatti:
Marco Di Porto – UCEI - Ufficio stampa Giornata
06 45542200 – 06 45542291 – 334 6044802 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Michael Calimani - Ufficio stampa iniziative a Venezia
340 4675017 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Amos Luzzatto Cancellieri Comunità Ebraica Dario Calimani Ghetto di Venezia Giorgio Orsoni Giornata della cultura ebraica Jewish Community Ministro Interno ministro istruzione Profumo Renzo Gattegna Venezia

29Ago2012

il ministro dell'Interno Cancellieri e il ministro dell'Istruzione Profumo a Venezia per la Gece

Saranno il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri, il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo, il Presidente dell'Ucei Renzo Gattegna e il presidente della Comunità Ebraica di Venezia Amos Luzzatto a inaugurare domenica prossima a Venezia, città capofila per l'Italia, la tredicesima Giornata Europea della Cultura Ebraica.

Dopo i saluti delle autorità seguirà la prolusione del Prof. Dario Calimani dal titolo "Lo humor ebraico, rido ergo sum", che introdurrà ufficialmente la giornata.

La manifestazione, a cui aderiscono ventotto Paesi europei e sessantaquattro località nel nostro Paese, "apre le porte" dei luoghi ebraici invitando il pubblico – ogni anno oltre 50mila visitatori solo in Italia – alla conoscenza di ebrei ed ebraismo, in una giornata che coniuga svago e divertimento alla voglia di scoprire un "mondo" verso cui esiste una grande curiosità.

Quest'anno si parte simbolicamente da Venezia, dove risiede un'antica Comunità ebraica, per una edizione che ha come "fil rouge" a unire tutte le località e i Paesi partecipanti, un tema originale e del tutto inedito: "L'umorismo ebraico".

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Amos Luzzatto Cancellieri Comunità Ebraica Dario Calimani Ghetto di Venezia Giorgio Orsoni Giornata della cultura ebraica Jewish Community Ministro Interno ministro istruzione Profumo Renzo Gattegna Venezia

19Lug2012

Conferenza stampa GECE, presentato il programma della giornata a Venezia

Questa mattina, nei locali della Comunità Ebraica di Venezia, è stata presentata la Giornata Europea della Cultura Ebraica, che si svolgerà domenica 2 settembre in 64 località italiane e 28 Paesi europei, e che proprio nel capoluogo Veneto avrà il suo epicentro. La manifestazione, coordinata in Italia dall’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, è giunta alla tredicesima edizione. Il tema di quest’anno è “L’umorismo ebraico”.

“L’Italia è il Paese europeo in cui l’iniziativa ha la migliore riuscita: su duecentomila visitatori complessivi, solo nel nostro Paese intervengono circa 50mila persone”, ha detto Roberto Jarach, vicepresidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. “Di anno in anno i numeri della manifestazione, giunta alla tredicesima edizione, crescono, così come le località che aderiscono, che quest’anno sono sessantaquattro. Una manifestazione che va nella direzione del dialogo, della condivisione, dell’amicizia tra culture.”

L’ampio programma che avrà luogo a Venezia, nell’antico e suggestivo Ghetto ebraico risalente al 1516, comprenderà spettacoli teatrali, concerti, retrospettive cinematografiche, conferenze e visite guidate al patrimonio architettonico, culturale e monumentale ebraico veneziano.

Il Presidente della Comunità Ebraica di Venezia, Amos Luzzatto, cogliendo l’occasione per ricordare, con un minuto di silenzio, l’attentato avvenuto ieri in Bulgaria, ha dichiarato:

“Alla luce del terribile attentato in Bulgaria, ritengo sia necessario essere quotidianamente vigili, continuando però, per quanto possibile normalmente, la nostra vita associazionistica e culturale. C’è una apparente contraddizione – ha proseguito Luzzatto - tra la realtà che viviamo, tutt’altro che facile, e l’umorismo ebraico, che quest’anno è il filo conduttore degli eventi della manifestazione. La contraddizione però è solo apparente: noi infatti dobbiamo continuare a vivere la realtà come se i pericoli non ci fossero, vigilando consapevolmente.”

Alla conferenza stampa sono intervenuti anche Adriano Rizzi, Diretto Area centro nord di CoopCulture, la Cooperativa che gestisce eventi in diverse città, Paolo Navarro del Gazzettino, l’Assessore comunale al piano strategico Pier Francesco Ghetti in rappresentanza del Sindaco di Venezia. “La Giornata del 2 settembre sarà una grande occasione per comprendere i contenuti profondi della tradizione culturale ebraica”, ha detto Ghetti. “Ci apprestiamo, nel 2016, a celebrare i 500 anni dall’istituzione del Ghetto: sarà una ulteriore occasione di incontro, confronto, riflessione.”

In Italia la Giornata Europea della Cultura Ebraica gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica ed è patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal Ministro per le Politiche Europee, dall’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani. La manifestazione è inoltre riconosciuta dal Consiglio d’Europa.

Il programma completo è sul sito: www.ucei.it/giornatadellacultura Le iniziative dei ventotto Paesi europei sono consultabili su: www.jewisheritage.org

Per il programma di venezia clickare QUI

Info e contatti:

Ufficio stampa Giornata:

Marco Di Porto – Cell. 334 6044802 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Addetto stampa Comunità Ebraica di Venezia:

Michael Calimani – 340 4675017 – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Amos Luzzatto Comunità Ebraica Ghetto di Venezia Giorgio Orsoni Giornata della cultura ebraica Jewish Community Roberto Jarach Venezia

16Lug2012

Giovedì conferenza stampa della Giornata Europea della Cultura Ebraica, Venezia capofila

Giovedì 19 luglio, alle ore 11, nella sala montefiore della Comunità Ebraica di Venezia, Cannaregio 1189, si terrà la conferenza stampa di presentazione della tredicesima Giornata Europea della Cultura Ebraica, Venezia capofila, che si svolgerà il 2 settembre in ventotto Paesi europei e in più di sessanta località italiane.

Il tema di quest'anno sarà l'umorismo declinato in chiave ebraica, una caratteristica, quella di saper ridere e far ridere, che sembra essere piuttosto spiccata nella cultura del "Popolo del Libro" sia nei momenti positivi come in quelli più bui.

Interverranno il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, il vicepresidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Roberto Jarach, il presidente della Comunità Ebraica di Venezia, Amos Luzzatto, il direttore area Centro-Nord CoopCulture, Adriano Rizzi.

SCARICA IL DOCUMENTO DI PRESENTAZIONE

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Amos Luzzatto Comunità Ebraica Ghetto di Venezia Giorgio Orsoni Giornata della cultura ebraica Jewish Community Roberto Jarach Venezia

Questo sito utilizza cookie in linea con le tue preferenze. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsentirai all'uso dei cookies. Per avere maggiori informazioni sui Cookies e su come eventualmente cancellarli visitare la nostra privacy policy.

Accetto i Cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information