Martedi, Agosto 22, 2017 /
ItalianoEnglish
La Natione italiana

La Natione italiana

Nella seconda metà del ‘500 si era venuto formando anche un nucleo di ebrei “italiani” provenienti dall’Italia centro-meridionale e soprattutto da Roma che costruirono nel 1575 una loro Sinagoga, Scola Italiana, nel Campo di Ghetto Novo di fronte all’attuale Casa di Riposo. Al Ghetto Novo e al Ghetto Vecchio situati nella parrocchia di San Girolamo si aggiunse nel 1633 il Ghetto Novissimo nella parrocchia dei Santi Ermacora e Fortunato (San Marcuola).

Si tratta di una modesta area compresa fra la calle di Ghetto Novissimo e quella degli Ormesini, formata da due calli che si incontrano: sugli stipiti dei due ingressi ritroviamo i segni della porte che chiudevano anche questo terzo Ghetto, ben diverso dagli altri due per importanza di edifici civili.

Si costituirono così nel Ghetto varie piccole Comunità che presero il nome di Università o Nazione distinte e autonome una dall’altra: ciascuna aveva ordinamenti diversi e viveva di vita propria, poiché ogni gruppo aveva portato con sé i propri usi e costumi e le proprie tradizioni anche in campo religioso.

Questo sito utilizza cookie in linea con le tue preferenze. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsentirai all'uso dei cookies. Per avere maggiori informazioni sui Cookies e su come eventualmente cancellarli visitare la nostra privacy policy.

Accetto i Cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information